Professionisti sul web? 5 consigli su SEO e Social

professionisti sito web e gestione social

Ecco la nostra intervista per instapro con i nostri consiglio di webmarketing per professionisti

Essere professionisti al giorno d’oggi significa avere a che fare con la promozione e il web marketing.

Per chi non se ne intende e vuole iniziare una strategia di crescita che sfrutta il web e i social ecco qui di seguito i nostri consigli che abbiamo lasciato a instapro, uno tra i migliori siti che consente a professionisti e clienti di incontrarsi.

Quanto è importante la SEO per un professionista?

La SEO di un sito è un aspetto di fondamentale importanza. È l’unico strumento che ci consente di portare traffico in maniera gratuita e continuativa senza avere costi fissi di annunci.

Quali sono gli accorgimenti che dovrebbe avere sul proprio sito web?

Ogni imprenditore lungimirante dovrebbe preoccuparsi di ottimizzare a livello SEO il proprio sito web prima di fare qualsiasi altra attività di web marketing.


Perché? Semplice perché un sito ottimizzato SEO è un investimento, a differenza delle campagne PPC che sono un costo. In questo modo si aggiunge valore al sito e si capitalizza questo valore nel tempo.

Quanto incide l’impatto visivo del sito?

 La grafica è troppo spesso sopravvalutata. Con questo non voglio dire che va trascurata, anzi, ma voglio spostare l’attenzione su un errore che la maggior parte degli imprenditori commette nel realizzare il proprio sito.

Vuoi sapere qual è? Non dare importanza ai testi!
Un errore comune a molti, ma bisogna sapere che i testi sono più importanti delle imagini. Perchè? Semplice, sono i testi che persuadono convincono e portano un utente ad acquistare.

A meno che tu non tratti gioielli o abbigliamento, dove è la parte visiva quella fondamentale, ma non l’unica, nella maggior parte dei casi saranno le parole la tua arma per conquistare la fiducia di un utente.

Prova a vendere un servizio solo con delle immagini? Pensi di poterci riuscire?

Inoltre sono proprio le parole e nello specifico le keywords che ci faranno posizionare ai primi posti su google, ecco quindi perché la priorità va data al testo.

Parlando di testo anche la call to action, che è l’elemento più importante di un sito, deve avere un testo studiato intelligentemente.

Qual è la Call To Action che non deve mancare sul sito?

Evitare nei funnel di vendita call to action troppo generiche come “invia” “richiedi preventivo” “contattaci” o il peggiore di tutti… “send”.

Le call to action migliori sono quelle che sono contestualizzate e offrono la soluzione anziché il modo per ottenerla.
In questo modo rafforzeremo la nostra proposta ricordando il loro problema e la nostra soluzione.

Quindi optare per call to action come questa: “Ottieni una consulenza” “Fissa un appuntamento” “Ottieni un preventivo” “Iscriviti al corso” “Resta aggiornato”.

Come deve essere la presenza sui social? Che tono di voce bisogna usare sui social?

La gestione dei social è indispensabile se vogliamo essere credibili e magari crescere.

Il tono di voce da utilizzare dipende molto dal tipo di azienda ma è sopratutto l’approccio ai contenuti che deve seguire dei principi differenti dalla comunicazione pubblicitaria tradizionale.

Infatti sui social le persone sono meno propense a guardare pubblicità quindi per attrarli dovremo fare un giro più lungo.

Che tipo di contenuti sono consigliati ai professionisti?

Se siamo dei professionisti: tratteremo i problemi dei clienti ed offriremo soluzioni pratiche, casi di studio, testimonianze ed esperienze.

Questi contenuti di valore avranno maggior interesse rispetto alle pubblicità dirette a presentare un offerta.

Inoltre bisognerà dare spazio anche a cose più informali mostrando il “dietro le quinte” come il personale, per trasmettere autenticità e creare un rapporto di conoscenza e fiducia.