Tecniche di link building

tecniche di link building

Ottimizzare il proprio sito per i motori di ricerca e cercare di scalare la serp di Google è uno degli obbiettivi principali per chiunque abbia un portale web. Come spesso si sa però non è affatto semplice cercare di crearsi un nome nel web: per posizionarsi al meglio, quindi, è possibile usare alcuni strumenti come per esempio la SEO on ed off site.

La SEO, insieme delle tecniche di ottimizzazione del testo, è sicuramente indispensabile per avere un buon posizionamento tuttavia non è l’unica soluzione quella on page. Fra le tecniche di SEO off page più utilizzate possiamo ricordare la tecnica del link building, uno strumento che consente di diffondere diversi link al proprio sito in giro per il web in modo da poter potenzialmente aumentare il traffico verso il proprio sito.

L’ottimizzazione SEO off page è di fondamentale importanza per qualsiasi sito web, ogni webmaster lo sa bene. La tecnica della link building è ancora oggi sicuramente di grande aiuto, per quanto meno facile da usare rispetto al passato, quando sono stati commessi dei veri e propri abusi.

La SEO off site fatta attraverso la link building consente di migliorare la posizione nei motori di ricerca purché però la si sfrutti bene, vale a dire evitando di scegliere dei siti di scarsa qualità o addirittura spam, cosa che potrebbe perfino penalizzarci anziché aiutarci.

La link popularity va curata cercando di tenere conto anche del contesto e scegliendo bene i siti dove ospitare i link, nonché curando i contenuti. Autorevolezza, qualità del contenuto, coerenza rispetto al sito ospitante sono alcuni degli elementi chiave sui quali creare una tecnica di link building.

L’attività di link building, quindi, può davvero aiutarvi a patto che utilizziate bene le vostre carte.

link building link uscita coerenti

Effettuare una campagna di link building

Si parla di campagna di link building per fare riferimento a quel processo attraverso il quale si aumentano il numero di link in ingresso verso il proprio sito, con l’obbiettivo sia di aumentare il numero di persone che fanno riferimento alla propria attività e che leggono il sito, sia per farsi percepire da Google come siti autorevoli e seri. 

Il backlink quindi ha un duplice, importante scopo. In generale l’attività di link building viene effettuata per mezzo di guest post, vale a dire dei post su alcune tematiche che vengono ospitati da un sito diverso dal nostro e che contengono un link al nostro sito.

Come si suole spesso dire, content is the king e di conseguenza l’articolo deve essere ben curato, deve essere approfondito e deve essere focalizzato sulle parole chiave (la stessa anchor text dovrebbe essere una parola chiave).

In questo modo potete fare sì che il posizionamento sui motori di ricerca possa essere effettuato al meglio seguendo una parola chiave fondamentale per il vostro sito.

Quando la link building è penalizzata

Oggi come oggi fare link building non è facile come qualche anno fa. Google tiene molto alla qualità del contenuto per l’utente finale, e si accorge facilmente di pratiche di acquisto di link, come anche di link posizionati artificiosamente, scambi massicci di link, contenuti di scarsa qualità, siti che sono sostanzialmente di spam o usati come contenitori per la link building e contenuti che sono incoerenti col tema del sito ospitante.

In questi casi, Google può addirittura scegliere di penalizzare entrambi i siti, perché hanno fatto una scelta che non comporta qualità per l’utente finale. Con la link building quindi si può ottenere un risultato eccellente, ma si può anche penalizzare il sito ecco perché il nostro consiglio è quello di scegliere soprattutto siti di qualità e autorevoli, evitando lo smercio di link e pratiche simili.